Condividi su

Dermoelettroporazione

Biostimolazione senza aghi per curare la pelle in profondità

Da moltissimi anni si conosce la possibilità di far passare farmaci attraverso la pelle mediante la ionoforesi. Il meccanismo è quello della repulsione di cariche elettriche uguali fra loro e, invece, attrazione di cariche diverse. Se al polo negativo dell'apparecchiatura applico un farmaco carico negativamente, questo verrà respinto dal polo di applicazione e attratto dall'elettrodo opposto. Il limite, però,è che se il farmaco non ha carica elettrica…. Non va da nessuna parte.


Come funziona

La dermoelettroporazione risolve il problema della carica elettrica del farmaco mediante il suo passaggio attraverso una "camera di ionizzazione" prima di essere applicato sulla pelle e veicolato. In questa camera viene data al farmaco la stessa carica elettrica dell'elettrodo emettitore così che questo lo spingerà, attraverso la pelle, verso l'altro elettrodo, sapientemente posizionato dall'operatore.


Prodotti utilizzati

Farmaci idonei veicolati mediante apparecchiatura medicale certificata.


Effetti

Una discreta dose di farmaco (chiaramente non proprio tutto!!!) passa l'epidermide e raggiunge la sede desiderata (derma) esplicando la sua azione. In particolare si può usare il PDRN (acidi nucleici), i frammenti di acido jaluronico e altre sostanze attive sui fibroblasti. Il vantaggio rispetto alla biostimolazione iniettiva è l'assenza di dolore e di ecchimosi.

Controindicazioni: Infezioni cutanee gravi in atto, Allergia accertata ai farmaci utilizzati, iperreattività e sensibilità cutanea eccessive.

Effetti collaterali: Lieve fastidio (sensazione di corrente blanda), reazioni allergiche.


Chiamaci al numero 06 83 52 38 72 Scrivici Stampa la paginaStampa la pagina