Condividi su

Botulino Viso

Trattamenti medicina estetica Botulino Viso: per attenuare le rughe di espressione e ringiovanire lo sguardo

Il Botulino Viso è un trattamento di medicina che si applica grazie ad una potentissima neurotossina, prodotta da un microbo (Clostridium Botulinum) che contamina alimenti conservati. Se ingerito in quantità rilevanti attraverso cibi contaminati, determina una paralisi muscolare diffusa che può portare a morte il soggetto. La Medicina e la Farmacologia hanno purificato questa tossina e l'hanno "piegata" alle esigenze dell'uomo (come è già accaduto per altri "veleni") contribuendo a risolvere problemi come la spasticità, il blefarospasmo (contrazioni involontarie delle palpebre) ecc.. In Medicina estetica se ne fa uso dal 1995, ma l'autorizzazione ufficiale è del 27 aprile 2005.

Come funziona

Nei trattamenti di medicina per attenuare le rughe la tossina botulinica si lega con la porzione del nervo che termina nel muscolo (placca neuromotrice) bloccando la trasmissione dell'impulso nervoso, riducendo la forza contrattile del muscolo in questione che si "rilassa" ottenendo lo scopo di ringiovanire lo sguardo. Questo "blocco di trasmissione" dura 16 settimane. Appena inoculato non si ha alcune effetto. Nell'arco di 10-12 giorni si sviluppa l'effetto massimo che dura un mese. Dopo circa 50 giorni dall'inoculazione i muscoli riprendono, gradualmente, la capacità di contrarsi. La tossina botulinica può, inoltre, bloccare la produzione di sudore nelle aree trattate.

Prodotti utilizzati

In Italia, ad oggi, sono state autorizzati tre presidi composti di tossina botilinica: Vistabex di Allergan, Azzalure di Galderma e Bocoture di Merz.

Effetti

Limitando la contrazione dei muscoli che determinano le "rughe di espressione" si ottiene il rilasciamento e quindi lo spianamento della cute sovrastante con attenuazione e scomparsa delle rughe di espressione . La difficoltà sta nel fatto che il Medico Estetico non vede immediatamente gli effetti di ciò che fa: occorre, quindi, un'enorme esperienza e conoscenza dell'anatomia del volto e, in particolare, della muscolatura. La maggior parte di risultati sgradevoli dipende proprio dall'uso improprio o inconsapevole di tale tossina.

Controindicazioni:

  • individui con ipersensibilità accertata alla tossina botulinica di tipo A o a uno qualsiasi degli eccipienti della formulazione;
  • in presenza di miastenia grave o della Sindrome di Eaton Lambert;
  • in presenza di infezione ai siti di inoculo da trattare.

Effetti collaterali più comuni:

  • Cefalea
  • Parestesie
  • Ptosi palpebrale
  • Nausea
  • Eritema e tensione della pelle
  • Debolezza muscolare localizzata

Il trattamento in estetica con botulino risulta molto ben tollerato: può dare un lieve e transitorio gonfiore (legato al microtrauma dell'ago e alla quantità di prodotto iniettato) che scompare entro pochi minuti. Piccole ecchimosi possono durare qualche giorno, ma si coprono molto bene con il fondotinta.

Chiamaci al numero 06 83 52 38 72 Scrivici Stampa la paginaStampa la pagina