Condividi su

Iperseborrea

La pelle "seborroica" appare lucida, untuosa, riflette male la luce e presenta osti follicolari (pori) dilatati e comedoni (punti neri) aperti e chiusi. Il suo colorito è grigiastro per l'ispessimento dello strato corneo.

La pelle seborroica può avere tendenza all'evoluzione acneica anche perchè può risultare meno acida rispetto alla pelle normale e pertanto con minori difese nei confronti dei batteri. Creando il disagio della lucentezza e della sensazione di unto, può spingere a trattamenti "sgrassanti" eccessivi che, oltre a determinare un effetto "rebound" (più sgrassi più si ingrassa), possono farla diventare "sensibile" (vedi pelle sensibile).

Il check-up cutaneo evidenzia un quantitativo di lipidi sulla superficie della cute con valori superiori alla norma. La prescrizione cosmetologica dovrà tenere conto della situazione di partenza e dell'eventuale condizione di contemporanea disidratazione e sensibilità.

Dopo aver normalizzato la cute si possono usare cosmetici con sostanze seboregolatrici (acido azelaico, acido glicolico, acido salicilico, acido mandelico, acido retinoico) ed effettuare dei peeling con sostanze idonee al singolo caso clinico.

Trattamenti effettuabili

Chiamaci al numero 06 83 52 38 72 Scrivici Stampa la paginaStampa la pagina